QUANDO UN UOMO DIVENTA PADRE...

QUANDO UN UOMO DIVENTA PADRE...

26/07/2016

di Rosaria Gargano

 

Sono una donna, sono una madre e faccio un lavoro che mi fa gustare il primo attimo in cui l'uomo inizia a sentirsi veramente padre.

Chi è padre?

È colui che non appena ascolta il vagito del suo bambino abbraccia la donna che lo ha messo al mondo e la ringrazia.

È colui che si trattiene con la donna fin quando non ha recuperato le forze e non scappa a vedere il figlio.

È colui che chiede di mettere per la prima volta tra le braccia della madre suo figlio e si nutre dei sentimenti di tenerezza che con carezze e sguardi si scambiano le due splendide creature che da Dio gli sono state affidate.

Padre è colui che la mattina prima di uscire di casa chiede la benedizione per il figlio prima che per sé stesso.

È colui che vede nel lavoro uno strumento di autorealizzazione, di santificazione ma anche occasione unica per sostenere economicamente la famiglia.

È colui che si interessa di quanto accade al figlio durante il suo periodo di assenza da casa, che ascolta quanto dice e condivide con lui le gioie, gli entusiasmi, le paure, i progetti futuri.

Il padre è colui che ti trasmette coraggio e ti accompagna nelle piccole e grandi difficoltà... la sua presenza ti dà sicurezza.

È colui che ti indirizza e ti prospetta le vie da seguire anche se ti lascia libero di scegliere.

Il padre è colui che a qualsiasi età desidera giocare con il figlio e vivere momenti di leggerezza.

È colui che va a raccogliere fiori di campo per regalarli alla madre dei suoi figli.

È colui che ti insegna a cadere, ad andare in bicicletta, a nuotare, a portare la macchina.

È colui che attende il tuo ritorno a casa quando sei fuori con gli amici.

Insomma, credo che il padre sia colui che ami vivere alla presenza di suo figlio a volte anche nel segreto e nel nascondimento... un padre gode del fatto che suo figlio può contare su di lui in qualsiasi momento.

Con un padre così credo che ogni donna sarà felice di essere madre ed ogni figlio imparerà ad assaporare il gusto della famiglia.

             

Pillole di SpiritualiTà

Colui che arricchisce, si fa povero e mendica la mia carne, perché io venga arricchito della sua divinità. (San Gregorio Nazianzeno)