VACANZA ESTIVA A ZAFFERANA ETNEA

VACANZA ESTIVA A ZAFFERANA ETNEA

26/08/2016

di Giada Montalto e Concetta Gandolfo

 

Come si può rinunciare alla vacanza della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria? …semplicemente impossibile!
Ogni chiamata, anche quella più insignificante, può essere paragonata a quel piccolo pezzo di puzzle che unito agli altri completa il Capolavoro.
Così, trenta famiglie, decisero di trascorrere questo momento insieme riponendo nelle loro valige le esperienze della loro vita per condividerle con chi la Madonna stava per riunire in un momento che ricorderemo per tutta la vita.

...E fu così che il 17 Agosto 2016 abbiamo imboccato l'autostrada che ci avrebbe portato nella piccola ma strepitosa cittadina di Zafferana Etnea, alle pendici dell'Etna, in provincia di Catania.
La vacanza è stata colorata dalla presenza di quarantacinque vivacissimi bambini che non riuscendo a percorrere le faticose scalate sull'Etna, hanno piacevolmente obbligato il gruppo a fare qualche escursione separatamente.
Le scalate sull'Etna... che esperienza entusiasmante!
Non possiamo nascondere che ogni passo in salita è stato offerto a Dio... Quanta fatica in quella salita ma ogni volta che arrivavamo al traguardo e osservavamo il paesaggio sottostante rimanevamo senza parole e alzando lo sguardo verso il cielo, ringraziavamo Dio per i bei momenti che ci donava e per lo spettacolo del Suo Creato.
Tutta quella stanchezza era ripagata dal meraviglioso panorama visto da quella altezza. Ai nostri piedi vi era la lava vulcanica ormai asciutta, ai lati la vegetazione tipica del posto che emanava un profumo particolare, ci facevano compagnia anche alcune farfalle colorate che si posavano sui bambini.
I grandi canali naturali formatisi durante l'ultima eruzione erano spettacolari!
E osservando il cratere dell'Etna si vedeva il fumo che ne usciva.
Lassù di respirava un'aria limpida e fresca.
Il Santo Rosario recitato durante la scalata è stato un momento di intensa spiritualità, ogni "Ave o Maria" ci donava la pace del cuore e ci faceva avvertire lo sguardo amorevole e misericordioso di Dio che ci accompagnava.

Ogni sera, dopo cena, la “piccola” Stefania, una giovane mamma simpatizzante dell'Opera, esperta in clown-terapia ha animato con amore il tempo di ricreazione familiare con i “Giochi senza frontiere” e con le partecipatissime “Corride” che venivano sempre sostenute dalla gioia e dall' entusiasmo di grandi e piccoli.
Dopo l'intrattenimento post cena, con alcuni padri e suore, ci recavamo nella terrazza dell'albergo, per ammirare le stelle cadenti… stelle che ci riportano ad una realtà in cui bisogna gustare l'attimo che il Signore ci dona e fare tesoro di ogni momento della nostra vita custodendolo e senza sciuparlo.
Abbiamo anche visto un film: "Se Dio vuole". Abbiamo capito che quando decidiamo di aprire le porte del nostro cuore a Dio, tutto cambia se scegliamo di avere come Vero Re che governa la nostra esistenza DIO.
Un altro momento bellissimo vissuto tutti insieme sapete qual'era?
La celebrazione della Santa Messa nel bosco a cui tutta la Famiglia partecipava con grande gioia ed entusiasmo: il momento di incontrare Gesù Eucaristico.
Grazie alla Santa Messa tutto il gruppo è riuscito a fare esperienza di Comunione e di Unità in Cristo, che hanno permesso di vivere il significato di appartenenza alla Famiglia del Cuore Immacolato di Maria.
Abbiamo anche avuto l'opportunità di conoscere i ragazzi delle altre sedi che non conoscevamo e abbiamo fatto esperienza che la Madonna, Madre di tutti ci tiene uniti in Lei e ci fa sentire sempre la Sua protezione e il Suo desiderio di renderci fratelli in Cristo Gesù.

Grazie a questa vacanza abbiamo capito che Dio si fa trovare nella semplicità, nei lunghi sentieri verdeggianti ma anche nei sentieri in cui la lava vulcanica aveva lasciato traccia, nei momenti di fraternità, ma anche nei momenti in cui lo spirito di avventura ci ha fatto gioire come è avvenuto al "Parco Avventura", giornata che si è conclusa con una abbondante "arrustuta".
Di giorno in giorno il desiderio di "fare famiglia” cresceva vertiginosamente.
Uno dei luoghi in cui abbiamo vissuto un momento di intensa spiritualità, è stato il Santuario della Madonna di Belpasso dove si narra che siano avvenute delle apparizioni ad un giovane ragazzo i cui messaggi invitano tutti ad abbandonarsi al Cuore Immacolato di Maria.
La presenza dei padri e delle suore ha reso l'intera vacanza un vero Dono di Dio... L'esame di coscienza guidato, le confessioni e i vari spunti di riflessione ci hanno portato ad unirci a Dio con una preghiera più consapevole e fervorosa.
Desiderosi di ripetere l'esperienza, ci nutriamo adesso di questo fantastico ricordo.

             

Pillole di SpiritualiTà

Colui che arricchisce, si fa povero e mendica la mia carne, perché io venga arricchito della sua divinità. (San Gregorio Nazianzeno)