''IL POPOLO BRASILIANO È UN POPOLO BELLISSIMO''

''IL POPOLO BRASILIANO È UN POPOLO BELLISSIMO''

30/09/2016

di p. Raffaele Montano, icms

 

«Il popolo brasiliano è un popolo bellissimo».
Questo ripete spesso p. Vittorio durante la sua semplice condivisione con noi e con tantissimi amici e benefattori.

La serata del 30 Settembre all’Opera di Birgi è stata all’insegna della Missione: dopo un portateco, siamo stati sedotti dalla “beleza” del vivere la Fede cristiana con semplicità, con sofferenza, con gioia, con rinnovato vigore.
P. Vittorio, ormai da quasi cinque mesi missionario ad Aracaju, una città del Brasile, capitale dello Stato del Sergipe, ci ha illustrato, anche grazie a tante foto, la vita e la missione della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria brasiliana.
Ciò che ha colpito tutti è la luce che emanava dai suoi occhi innamorati di ciò che raccontava. E raccontava come il Brasile è un paese contraddittorio in sé, ma pieno di speranze.
Ci ha raccontato delle difficoltà umane ed economiche che vive la comunità (come tutto il Brasile); ci ha raccontato della loro Parrocchia, povera tra i poveri; ci ha raccontato dei giovani (numerosissimi: normalmente una novantina di ragazze partecipa ai loro ritiri spirituali: sic!); ci ha raccontato della fede dei brasiliani e delle loro tentazioni nella fede; ci ha raccontato con molta simpatia del cibo e della flora e fauna vastissima del Brasile.
Ma ci ha anche incoraggiato a vivere qui, nel nostro posto, la vera missione della Chiesa: quella che con coraggio testimonia Cristo con coerenza.

A questo proposito vorrei raccontare una storia.
Si racconta che verso al metà del Cinquecento a Roma era tornato il fervore missionario grazie anche a sant’Ignazio di Loyola e alle lettere del missionario San Francesco Saverio, gesuita, che aveva contagiato anche San Filippo Neri e un gruppo di amici.
Volenterosi e speranzosi si recarono perciò da un noto monaco cistercense alle Tre Fontane per chiedergli consiglio e discernimento. Sentivano già in mano il biglietto per il lontano Oriente (dove operava Francesco Saverio).
Avevano anche fatto un pensierino al martirio. Più di così!
Ma ricevettero invece una risposta che rimase proverbiale: “Le tue Indie sono a Roma”. E Filippo obbedì: rimase missionario a Roma, dove d’altra parte c’era molto bisogno, e dove operò sempre con originalità, profondità e santità. Tutta la vita.

Comunidade dos Servos do Coração Imaculado de Maria

Rua Lago Azul, 50
Pov. Gameleira – Zona de Expansão
49005-290, Aracaju-SE, Brasil

Tel.: 005579 32271350 (fisso)
005579 988620925 (Whatsapp)

Per elargire un’offerta:

IBAN: IT13J0760103200000007110146
Intestato a ISTITUTO SERVI DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA BRASILE

oppure

Fondazione Elsa ed Aldo Antognozzi onlus presso Banca Prossima
IBAN: IT84 L033 5901 6001 0000 0062 884

             

Pillole di SpiritualiTà

Colui che arricchisce, si fa povero e mendica la mia carne, perché io venga arricchito della sua divinità. (San Gregorio Nazianzeno)