IL PONTE DELL’IMMACOLATA

IL PONTE DELL’IMMACOLATA

17/01/2018

di Angelica, Annarita, Laura, Lorella, Marilena, Rosa e Patrizia

Un gruppo di sessanta ragazzi, dal 7 al 10 Dicembre, si ritrova a Villa Troili, in Roma, per condividere dei giorni in fraternità.
La “3 giorni”, un incontro nazionale per giovani dai 18 ai 30 anni, organizzato dalla FCIM e che mira a riunire giovani di tutta Italia che simpatizzano per il Movimento.
Durante la “3 giorni” abbiamo avuto modo di ricevere tanti insegnamenti dalle catechesi svolte da vari sacerdoti che ci hanno parlato della Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e della missione che ogni cristiano ha la responsabilità di portare Cristo al mondo, ovvero, essere Apostolo.
Abbiamo ascoltato la testimonianza di Beatrice Fazi, un’attrice bella e simpatica, che ha raccontato tutta la sua esperienza di vita e ci ha fatto capire che dopo ogni caduta ci si può rialzare e ricominciare più forti di prima.
Dopo le conferenze e la testimonianza ci siamo confrontate con gli altri ragazzi anche per fare conoscenza. Ci sono stati momenti di confessione e confronto con i Servi e le Serve, lasciando una parte di noi nelle loro mani.
Non sono mancati i momenti di preghiera, adorazione e messa, in cui, tra canti, letture e lacrime ci siamo affidate a Dio e alla Vergine Madre. Momenti intensi che hanno messo un seme alle nostre anime per fortificare e portare frutto.
Il momento di vera comunione tra ragazzi sono state le serate notturne di Risiko, vari giochi con le carte e la gita ai Castelli Romani. E soprattutto la sorpresa di essere ospitati nella bellissima casa di fratel Giambattista.
Non sono mancati i momenti di confronto solo tra ragazzi, che hanno permesso di creare buoni e forti legami che si prova a mantenere nonostante la distanza e il vedersi poche volte all’anno.
Come prima esperienza, svolta durante il “ponte dell’Immacolata”, proprio per essere maggiormente avvolti dalle braccia di Maria, la nostra Madre Celeste, dobbiamo dire che è stata un’esperienza fantastica che ci ha portato ad essere strumenti verso gli altri e gli altri essere strumento verso di noi. Ci ha permesso di lavorare su noi stessi, per cercare la pace, la tranquillità, la serenità, la gioia. Il riscoprirci figli di un unico Padre, che si prende cura di noi, rispettando sempre la nostra libertà.
Ci siamo sentiti Famiglia, creando tra noi comunione, simpatie, fraternità, unione. C’è chi ha legato di più e chi meno, ma nonostante questo lo spirito di amicizia e fratellanza non è mancato.
Una “3 giorni” indimenticabili, pieni di tante avventure e tanta crescita.

             

Pillole di SpiritualiTà

Oh, potente amore di Dio, come son diversi i tuoi effetti da quelli dell’amore del mondo! (Santa Teresa di Gesù)